Derrate alimentari

Per una gestione responsabile delle derrate alimentari e per soluzioni vicine alle esigenze del settore
GastroSuisse si adopera a favore di una politica agraria a beneficio dei consumatori. In questa rientrano soprattutto prezzi equi e un mercato aperto, che garantisca un’ampia scelta di prodotti.

Le cittadine e i cittadini aventi diritto di voto il 23 settembre 2018 hanno respinto l’iniziativa per alimenti equi e l’iniziativa per la sovranità alimentare. Entrambe avrebbero avuto come conseguenza prezzi maggiori delle derrate alimentari e meno scelta di prodotti. Incombeva un diktat alimentare da parte dello Stato. Entrambe le iniziative popolari avrebbero gravato pesantemente sull’industria alberghiera e della ristorazione.


Per una legislazione sulle derrate alimentari orientata alla pratica
Nessun’altra legge influenza il lavoro quotidiano di circa 26’000 aziende dell’industria alberghiera e della ristorazione come la Legge sulle derrate alimentari. L’associazione mantello si adopera a favore di una legge vicina alle esigenze del settore e orientata alla pratica. Chiede che le piccole e medie imprese vengano esonerate dall’applicazione di determinate norme, per evitare che queste siano vengano sovraccaricate dalle incombenze amministrative e perché possano concentrarsi sul loro core business.

Per ulteriori informazioni sulla nuova Legge sulle derrate alimentari e sull’implementazione pratica della dichiarazione di origine e degli allergeni, consultate la nostra pagina delle offerte.


Insieme contro i rifiuti alimentari
GastroSuisse è convinta che ogni alimento ancora commestibile che viene smaltito sia un alimento di troppo. Secondo l’UFAM ogni anno nel settore gastronomico vengono prodotte 290’000 tonnellate di rifiuti alimentari. Buona parte di questi sono evitabili (fonte: UFAM, 2018). Lo smaltimento di queste derrate alimentari non è solo uno spreco, ma genera anche costi. Pertanto, ci adoperiamo a favore di una maggiore sensibilizzazione del settore e di soluzioni attuabili nella pratica.

Insieme ad altre organizzazioni a diversi livelli della catena di creazione di valore possiamo fare molto di più rispetto a quanto potrebbe fare ciascuno individualmente contro lo spreco alimentare. Pertanto, GastroSuisse, in quanto rappresentante di circa 20’000 aziende del settore alberghiero e della ristorazione, è impegnata attivamente nell’associazione «United Against Waste».

La nostra adesione nell’associazione «United Against Waste» è parte dell’impegno a favore della sostenibilità nell’industria alberghiera e della ristorazione. A tutti i livelli della formazione di settore viene affrontato il tema della gestione responsabile delle risorse.


Il settore si impegna a favore della sostenibilità e del benessere degli animali
La legge svizzera sulla protezione degli animali presenta standard molto elevati rispetto al resto del mondo. I prodotti da animali che hanno subito maltrattamenti durante l’allevamento o il trasporto sono per esempio vietati per legge. Insieme alla Protezione Svizzera degli Animali PSA GastroSuisse ha lanciato un’iniziativa «dal settore per il settore», in cui vengono elencati i label principali e forniti tre consigli concreti (volantino PDF) per l’industria alberghiera e della ristorazione.

La promozione del benessere degli animali rappresenta per GastroSuisse una priorità. Molti ospiti chiedono carni prodotte in modo sostenibile e rispettoso degli animali. Il settore si adopera costantemente per soddisfare le esigenze degli ospiti. Per promuovere efficacemente e nel lungo periodo il benessere degli animali non sono pertanto necessarie altre regolamentazioni, bensì buone condizioni quadro per sostenere le iniziative del settore e le collaborazioni. GastroSuisse supporta per esempio l’iniziativa «From Nose to Tail» di Proviande, che porta avanti il concetto di utilizzo completo dell’animale.


La regionalità fa tendenza
Il settore alberghiero e della ristorazione sta subendo un’enorme pressione a livello di costi. Ragion per cui è quanto più importante sfruttare le opportunità che il mercato segnala. Tra queste l’interesse dei clienti verso prodotti commercializzati direttamente, ovvero alimenti come uova, verdure o carne direttamente dalla fattoria. Oltre l’80 percento degli ospiti è disponibile a spendere più denaro al ristorante per avere dei prodotti commercializzati direttamente. Inoltre, i prodotti regionali sono particolarmente ecologici e autentici. GastroSuisse ritiene pertanto che vi sia un grande potenziale in una maggiore collaborazione tra gastronomi e produttori agricoli. Alla commercializzazione diretta si dedica un gruppo di lavoro congiunto di GastroSuisse e dell’Unione Svizzera dei Contadini.

Prima registrazione Registratevi per la prima volta nel nuovo sistema, anche se siete già membri o clienti. Registrazione