Sviluppo territoriale

GastroSuisse si esprime chiaramente a favore del mantenimento di un paesaggio intatto e possibilmente non deturpato dalle speculazioni edilizie.

Per il settore ricettivo le qualità paesaggistiche e fondanti dell’identità, oltre che uno sviluppo territoriale sostenibile, sono estremamente importanti. Ma è necessario tenere conto anche degli interessi del settore alberghiero e della ristorazione.

Il conflitto ben noto tra bisogno di quiete e di uscire è scatenato dalla difficile coesistenza tra cultura e abitare. GastroSuisse contribuisce informando e sensibilizzando gli ospiti a favore del rispetto reciproco e della tolleranza.

Excursus Legge sulle abitazioni secondarie:

La Legge sulle abitazioni secondarie entrata in vigore nel gennaio del 2016 interessa anche il settore alberghiero e della ristorazione. GastroSuisse riconosce e rispetta la volontà della popolazione. Il settore è consapevole del valore di un ambiente riposante per la popolazione e si è adoperato per un’attuazione dell’iniziativa che vada anche a beneficio del settore. Dopo l’introduzione della Legge sulle abitazioni secondarie è possibile trasformare le superfici alberghiere in abitazioni secondarie per un massimo del 50%.

La mozione del Consigliere degli Stati Beat Rieder ha richiesto che gli hotel non redditizi possano essere trasformati in abitazioni secondarie per il 100%. Poiché in molti paesini di montagna in questo modo è possibile evitare che gli hotel in disuso diventino dei ruderi. Nella sessione primaverile 2017 la mozione del Consiglio degli Stati è stata bocciata. La legge, in vigore da quattro anni, prevede una nuova e completa valutazione. GastroSuisse chiede che la Legge sulle seconde abitazioni sia messa sul banco di prova.

Prima registrazione Registratevi per la prima volta nel nuovo sistema, anche se siete già membri o clienti Registrazione